UNITI PER COMBATTERE LA PLASTICA IN MARE

UNITI PER COMBATTERE LA PLASTICA IN MARE

Acquario di Livorno: uniti per combattere la plastica in mare E’ soltanto rinviato, causa condizioni metereologiche avverse, il ritorno in mare della tartaruga Caretta caretta “Smeralda”

UNITI PER COMBATTERE LA PLASTICA IN MARE
Tutte le autorità presenti e i bambini della scuola elementare di Villa Corridi

Questa mattina si è tenuto all’Acquario di Livorno un evento dedicato alla sensibilizzazione ambientale per combattere la plastica in mare. E’ stato solo rimandato, causa condizioni meteo sfavorevoli, il ritorno in mare della tartaruga Caretta carettaSmeralda” che era stata ritrovata impigliata in un sacco di plastica Big Bag – dagli allievi del Circolo Nautico “N. Sauro” che le hanno dato il nome, e che è stata curata presso il Centro di Recupero e Riabilitazione per tartarughe marine dell’Acquario di Livorno.  Ciò rinvia al tema così attuale dell’inquinamento da plastica in mare che si è affrontato e discusso ampiamente durante questa giornata di interventi all’Acquario di Livorno. Erano presenti all’evento anche gli studenti delle Classi IV A e IV B del Plesso Villa Corridi Circolo Didattico La Rosa di Livorno. L’Acquario di Livorno è – come Costa Edutainment che lo gestisce – da sempre impegnata nella divulgazione e sensibilizzazione al rispetto e tutela dell’ambiente; fare rete con gli altri attori coinvolti e attivi nelle pratiche che aiutano la conservazione dell’ambiente rientra nella mission della struttura.

L’Acquario di Livorno ha voluto dedicare la mattina al tema dell’inquinamento da plastica così attuale e sempre più rilevante, in particolare in mare, per sensibilizzare il largo pubblico, ed in particolare le giovani generazioni a questo problema e al rispetto dell’ambiente marino e non solo.

UNITI PER COMBATTERE LA PLASTICA IN MARE
Giovanni Raimondi – Referente Didattico Scientifico dell’Acquario di Livorno

Valentina Menonna – Coordinatrice dell’Osservatorio Toscano per la Biodiversità (OTB) di Regione Toscana – ha presentato le varie preziose attività dell’OTB, di cui l’Acquario di Livorno è uno dei Punti Informativi che lo gestisce in convenzione con il Comune di Livorno e la Regione Toscana, e con risorse che arrivano dal Progetto Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020, denominatoEcoSTRIM, che vede la cooperazione di Francia e Italia per la costruzione di una strategia territoriale transfrontaliera di sviluppo e promozione di attività turistiche e sportive sostenibili, dedicate all’ambiente marino e costiero, in particolare lungo le cose bagnate dalle acque del Santuario Pelagos. L’attività di recupero degli esemplari di tartaruga fino al rilascio in mare, dopo la cura necessaria per questi animali, rientra proprio tra le attività previste per l’Osservatorio Toscano per la Biodiversità di Regione Toscana.

La mattinata è proseguita con laCapitaneria di Porto di Livornocon il Capitano di Vascello (CP) Giovanni Scattola ed il Tenente di Vascello (CP) Jenny Ceccarelliintervenuta presentando il ruolo della Guardia Costiera nella difesa dell’ambiente marino.

A seguire gli interventi del mondo universitario e della ricerca sui temi dell’inquinamento da plastica: la Prof.ssa Letizia Marsili (Prof. associato del Dipartimento di Scienze fisiche della terra e dell’ambiente – Università degli studi di Siena) è intervenuta con “Relazioni pericolose: Caretta caretta, marine litter e contaminazione invisibile del mare.

 

UNITI PER COMBATTERE LA PLASTICA IN MARE
Prof.ssa Letizia Marsili

Cecilia Mancusi del Settore mare di ARPAT ha parlato del monitoraggio che l’Agenzia svolge sulle plastiche nell’ambito delle attività previsto dalla Strategia Marina e ha fornito i dati della tartarughe salvate in Toscana nel 2020 rispetto al totale degli individui segnalati spiaggiati, pescati accidentalmente, feriti o visti in difficoltà: sono state rilevate 47 tartarughe ed il 17% sono state salvate con o senza ospedalizzazione.

Infine, Matteo Sommer – Veterinario Costa Edutainment S.p.A. – per l’Acquario di Livorno-Centro di Recupero e Riabilitazione tartarughe è intervenuto presentando l’attività e trattando gli effetti che le plastiche hanno sul mare e sulle tartarughe marine.

UNITI PER COMBATTERE LA PLASTICA IN MARE
Matteo Sommer – Veterinario Costa Edutainment S.p.A

A Livorno, molti sono gli esempli di buone pratiche di sensibilizzazione e azioni contro l’inquinamento da plastica. Cristina Del Moro della Direzione Soci e Comunicazione di Unicoop Tirreno ha illustrato i risultati della campagna “Un mare di idee per le nostre acque” nella sua declinazione a Livorno; ed Enzo Persico – Presidente Circolo Arci pesca Nazario Sauro – testimonia l’esperienza di collaborazione come circolo che accoglie il “cestino mangia plastica” Seabean-Lifegate posizionato un anno fa per raccogliere rifiuti plastici all’interno del porticciolo. 

Le buone pratiche sul territorio sono state illustrate e valorizzate da realtà ed associazioni del territorio attraverso l’esempio di persone impegnate quotidianamente ed unite da un intento comune: l’amore per il mare e la necessità di preservarlo per le generazioni future.

 

Laura Lezza, fotografa, ha presentato «Rifiuti e mascherine: come una reporter può far nascere una coscienza ambientale attraverso le sue foto» in riferimento alla campagna immagineE’ tua.” da poco realizzato sul tema, insieme al Comune di Livorno e A.A.M.P.S.

L’AssociazioneSons of the Ocean”, rappresentata da Matteo Nani, ha presentato la serie di attività di sensibilizzazione e pulizia delle spiagge lungo la costa labronica.  Ed anche David Gabriellini –  Centro Surf 3 Ponti – ha valorizzato il legame tra sport e rispetto dell’ambiente.

L’evento si è concluso con gli interventi di Ci.Ca.Sub. e WWF: per il primo ha parlato Roberto Mattera che con “Orrori sommersi” ha presentato la loro attività di pulizia dei fondali marini; e a seguire il WWF con Antonio Martelli con le loro azioni di pulizia spiagge e monitoraggio della costa per verificare la presenza di nidi di tartarughe.

 

 

UNITI PER COMBATTERE LA PLASTICA IN MARE

condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email

Leggi ancora:

UNITI PER COMBATTERE LA PLASTICA IN MARE
Ambiente
sonsoftheocean

Inquinamento dell’aria a livelli assurdi …

Negli ultimi giorni è tornato alla ribalta un problema, orami ben noto a molti ma che per un pò è stato messo in secondo piano per il Covid, l’inquinamento da Biossido di azoto … che ha raggiunto dei livelli improponibili per la salute dell’uomo ! Sicuramente complice il bel tempo con poche piogge e pochi venti ma comunque è ad un livello intollerabile … per questo abbiamo deciso di chiedere ad un esperto di fama nazionale, e nostro amico, il meteorologo Lorenzo Catania.

Condividi:
UNITI PER COMBATTERE LA PLASTICA IN MARE
Ambiente
sonsoftheocean

SPAZZARE IL MARE

Qualche tempo fa ci troviamo a parlare con una delle nostre sostenitrici e viene fuori una storia stupenda … ovviamente le chiediamo di scriverla per rendervi partecipi tutti di questa favola … e cosi nasce questo articolo ” Spazzare il mare” …

Condividi:
Condividi:
it_ITItalian