Christian Fletcher

Chi è Christian Fletcher ? Chi è stato ? Perché si parla spesso di lui ? Etc. 

Se amate il surf veramente avrete sentito parlare sicuramentte di Christian Fletcher, un ragazzo molto anticonformista in tutto quello che ha fatto nella vita … così come nel surf ! Si parla di lui come colui che ha iniziato lo stile del surf moderno, fatto di 360º, Floter enormi e soprattutto Air spettacolari …

Christian è stato messo al 25º posto dei 100 surfer più importanti di tutti i tempi dalla illustre rivista “Surf Europe Magazine”. Nato il 20 ottobre 1970 a San Clemente ( California ) da Herbie Fletcher e Dibbee … a 4 anni inizia a fare surf e skateboard, cresce con l’influenza del padre e degli amici del padre, rappresentanti della scena surf e culturale Pop dell’epoca, come Jimi Hendrix e Grateful Dead. A 8 anni inizia le competizioni e vince subito la sua prima gara a San Onofre, a 12 arriva 2º al campionato degli Stati Uniti e a 15 arriva 3º agli NSSA dopo che a 14 è entrato nel professionismo ! 

Per chi come noi ha iniziato a fare surf nella fine degli anni ‘80 e inizio ‘90 Christian è un idolo sicuramente, perché è stato il primo a portare tutti i trick dello skateboard sulle tavole da surf. Come avrete visto nei video qua sopra, riusciva a surfare in regular e goofy indistintamente, faceva i 360º in qualsiasi modo e situazione e poi è stato il primo a fare gli Air !!! Ricordiamo ancora i le immagini  di “Wave Warriors” dove c’erano lui e il suo amico “Archy” che tiravano fuori manovre impensabili per quell’epoca !! 

Christian e Archy 

Nella stagione ‘88/‘89 l’ASP lo butta fuori dalle competizioni con un comunicato dove si dava la giustificazione di “ persona non gradita “ … questo perché era uno che viveva senza regole e con abusi di droghe ! Ma lui nel 1990 inizio ad organizzare gare di Air per far evolvere il nuovo stile … inizia a produrre anche tavole e abbigliamento con collaborazioni varie ( avevano un simbolo bellissimo, vedi qua sotto ) 

Christian Fletcher Surfboards 

Nel ‘91 si sposa e ha un figlio, Greyson Thunder Fletcher ( diventerà un fortissimo skater) nel frattempo Christian suona il basso in diverse band metal e abbandona il surf buttandosi nella droga … un periodo buio, stanco del surf e di tutto quello che c’era intorno … 

Solo nel ‘96 una mattina si alza e dice :” ma che cavolo sto facendo ?” E torna a fare quello che gli è sempre venuto naturale, cioè volare sulla tavola da surf ! Oggi vive tra le Filippine e California, ma spesso lo vediamo surfare anche a Pipeline … 

Billabong house a Pipeline

Saprete ormai tutti che i più grandi marchi di surf hanno delle case sulla North Shore di Oahu … oggi vi facciamo vedere l’interno di una di esse, nello specifico quella della Billabong… a fare gli onori di casa c’é Shane Dorian e figlio Jackson

Seguite il link del video per vincere una settimana ospiti nella casa Billabong !!! 

Koa Rothman

Oggi vogliamo farvi conoscere meglio un giovane talento …

Koa Rothman 

Koa Rothman è un giovane hawaiano di Oahu, classe ‘93, vive sulla North Shore, si è messo in evidenza fin da piccolo per il suo talento sulle onde grandi delle Hawaii. Infatti la Quiksilver non se l’é fatto scappare per una sponsorizzazione … 

Koa a Tahiti 

È cresciuto con amici tipo John John Florence, Jamie O’Brien e molti altri della famiglia della North Shore. Si dice di lui che sia un vero talento genuino e tecnicamente perfetto … 

John John Florence & Koa Rothman 

Koa è riuscito a farsi conoscere meglio per i suoi video pubblicati sul suo canale YouTube, i video si intitolano “This is Livin’”, parlano della sua vita a casa e durante i suoi surftrip … qua sotto potrete gustarvi uno dei 27 capitoli …

Koa a Tahiti 

Vi consigliamo di vedere tutti i video per capire veramente le capacità di questo ragazzo … le potete trovare qua :

🎥canale Koa Rothman 

“The Güero”

Il nuovo capolavoro di Jacopo Cosmelli con Alessandro Ponzanelli

Ci sono clip di ogni genere sul web, ma questa riesce veramente a farci sognare, tra musica ( di Giovanni Briganti ) colori e paesaggi ( immortalati da Filippo Maffei ), che ognuno di noi almeno una volta nella vita dovrebbe vedere … un surftrip in Messico da brividi … 

Alessandro Ponzanelli :

“La penisola della Baja Californiana è sempre stata un luogo esotico, non la tipica destinazione del surf per qualcuno come me che viene dal vecchio continente: ampi spazi aperti, strade infinite, colori e atmosfere contrastanti. Un angolo di paradiso dove è ancora possibile divertirsi all’avventura e quello che nella mia prospettiva è considerato un vero surf trip. “

Uno spettacolo tra natura, profumi e colori … che rigenerano l’animo 

🎥 Film & Edit: Jacopo Cosmelli

🏄🏼‍♂️ Rider: Alessandro Ponzanelli

🎼 Music: Giovanni Briganti

📸 photo: Filippo Maffei 

No contest !!

Praticamente una festa tra amici che giocano con le onde … 

Il nuovo video di Red Bull, girato tra la Francia e il Portogallo in ottobre durante il WSL … ci sono tutti e si divertono da matti!! Tutti amici dentro e fuori dall’acqua, con un pizzico di competitività … gustatevi questo video di Stab !!! 

No contest

Diario di un mondiale, day 5-6-7-8

Scusate se ultimamente mi sono assentato nello scrivere ma, tra la stanchezza degli innumerevoli impegni e l’emozione della gara, ogni volta che ho provato a buttar giù due righe mi si son chiusi gli occhi.

Giulio con il mitico Ford della nostra nazionale … 

Il grande Edo porta la nostra nazionale avanti ma con il sostegno di tutto il gruppo 

Questi ultimi giorni sono stati critici per l’Italia, tutti gli atleti hanno dato il massimo ma, come ben sapete purtroppo, solo Edoardo Papa è rimasto in gara. Io ho dovuto seguire il mondiale affiancando i miei compagni; questo però mi ha offerto l’opportunità  di osservare con occhio critico anche i loro errori e di imparare dalle performance degli atleti più dotati al mondo. 

In realtà, nonostante tutto, la nazionale è stata all’altezza della competizione! In particolare Edoardo oggi ha surfato una heat difficilissima in maniera esemplare, passando al primo posto! Neanche un errore! Bravo Edo!

Team Giappone non sbaglio un colpo … 

Vorrei condividere una riflessione sulla tecnica di gara del team  Giapponese: semplicemente perfetto, gli atleti non sbagliano un colpo, non solo nel surf, ma anche nella preparazione atletica che consente loro di tornare sul picco dopo un’onda ad una velocità insuperabile; nella sicurezza di esecuzione delle manovre, tutte chiuse ed eseguite con maestria, in ultimo nell’organizzazione fuori dall’acqua, nella compostezza e nello spirito di corpo.  Ciò ha sicuramente a che fare con l’ingente investimento di tempo e denaro sulla neo-squadra ma anche con la peculiarità della mentalità del Sol Levante che spinge il singolo ad essere responsabile di sé stesso e di tutto il gruppo. 
Sono passati da essere un team mediocre, a essere uno dei migliori tre
in circolazione: atleti al cento per cento, forma fisica ineccepibile, motivazione al massimo, lavoro di squadra impressionante e surf imbattibile. 
A prescindere dal risultato, hanno già vinto loro.

Imparare dalle esperienze …

Il nostro team unito a osservare 

Ormai il mondiale è quasi alla fine, si avvicina il finals day, e le heat si fanno sempre più avvincenti e competitive, surfisti sempre più abili, e livello superlativo. Sempre più di frequente ci si ferma ad assistere alle heat, e gli score sono sempre più elevati: 7/8 e anche qualche 9/9,80. Assistere a competizioni cosí combattute stimola moltissimo a migliorare, perchè l’obbiettivo è ovviamente arrivare a quei livelli.

Mi sento davvero fortunato ad essere qui! E sono orgoglioso che la federazione nazionale creda fortemente nel futuro dei  giovani azzurri e ci offra queste grandi opportunità. 

Dai forza Edo !!!

Per oggi è tutto. Concentriamoci nel sostegno e nel tifo per Edoardo in gara domani e speriamo per il meglio! 

FOORZA ITALIA 🇮🇹

Scritto da Giulio Caruso 

Foto della FISW Surfing