L’opinione di Pat 10ª

Dopo la finale persa al Quik Pro da Kolohe e la scarsa prestazione di Jadson seguiamo la loro preparazione per il Quik Pro Per Jadson che arrivava da 2 ottime prestazioni nel WQS e la qualificazione WCT 2020 praticamente già in tasca, ci aspettavamo una prima gara completamente diversa; per Kolohe perdere la tua prima vittoria nel WCT per pochi centesimi per aver lasciato in priority prendere un’onda così ad Italo e vederlo fare un 7.07 quanto aveva bisogna di 6.93 per vincere il contest deve essere estremamente frustante…ma Kolohe nell’intervista dopo la finale ha detto : (Era un’onda di mezzo metro la lascerei passare altre mille volte)…non credo, la prossima finale che farà non la lascerebbe mai prendere ad Italo quell’onda lì 

Condividi:

L’opinione di Pat 9ª

Una veloce valutazione del programma in atto della federazione francese …

Fred Robin tecnico della squadra Francese per le Olimpiadi era a Snapper per l’inizio della stagione degli atleti francesi per dare loro supporto e vedere la loro condizione. Indubbiamente la Francia sta investendo molti denari e molte energie in vista delle Olimpiadi. La Federazione Francese ha un altissimo numero di tesserati ed un gran peso politico, noi per il momento zero tesserati, zero peso politico, zero soldi. Cambierà qualcosa? Io lo spero per tutti quei ragazzi e ragazze che si stanno impegnando in giro per l’Europa a loro spese per fare gare, esperienza e crescere nei seeding internazionali. Il primo punto di partenza è indubbiamente la tessera.
Io ho fatto la mia per cercare di far crescere il numero dei tesserati e di conseguenza il peso politico, chi si vuole unire questo è il link delle scuole affiliate per fare la tessera :

http://www.surfingfisw.com/associazioni/


E questo il link per affiliare la vostra scuola alla Federazione Surfing Fisw :

http://www.surfingfisw.com/wp-content/uploads/2019/01/CircolareSurfing2019.pdf

Condividi:

L’opinione di Pat 7ª

WORLD TOUR 2019
1° TAPPA GOLD COAST AUSTRALIA 03 – 13 Aprile 2019

Buongiorno, il count down segna 3 giorni, 11 ore, 29 minuti e qualche secondo al via della prima tappa dell’anno del World Tour e direi che è il momento di analizzare un po’ le novità, i nuovi entrati nel ranking, le vecchie conferme, i possibili pretendenti al titolo 2019.
La prima cosa che ho fatto è dare un’occhiata alle web cam di Snapper Rock
https://www.surfline.com/surf-report/superbank/5842041f4e65fad6a7708c32
per vedere come lavora il banco di sabbia quest’anno…purtroppo la swell non è certamente della direzione giusta al momento e nei primi giorni del contest non credo avremo condizioni belle, mentre invece andando avanti con i giorni sembra profilarsi una buiona swell in arrivo.
Qui invece potrete vedere le heat del round 1 :
http://www.worldsurfleague.com/events/2019/mct/2908/quiksilver-pro-gold-coast/results
Vi ricordo che il format di gara quest’anno è un po’ cambiato, il 1° e 2° classificato del round 1 vanno direttamente al round 3 mentre i terzi classificati si scontrano nel round 2 in 4 heat di ripescaggio da 3 atleti dove sempre i primi due passano al round 3 e l’ultimo è invece eliminato dal contest con un 33° piazzamento.
Adesso vorrei analizzare i volti nuovi del ranking 2019 partendo dal basso del ranking dove troviamo in ultima posizione Kelly Slater 11 volte campione del mondo http://www.worldsurfleague.com/athletes/553/kelly-slater ,chedopol’infortuniodello scorso anno ha avuto una Injury wildcard molto contestata per partecipare al WSL 2019. Le sue ambizioni sono ancora molto alte, ha la possibilità di qualificarsi alle Olimpiadi attraverso un buon risultato nel WSL e non credo si lascerà scappare facilmente questa opportunità; quindi occhio allo zio, ci farà vedere grandi cose anche quest’anno.
Subito sopra di lui in 33° posizione troviamo Jack Freestone, che entra nel contest sostituendo Adriano De Souza che è ancora fuori per infortunio. Jack sembra rivitalizzato, ha cambiato tavole(Pyzel), ha fatto vedere ottime cose nelle prime apparizioni nella Gold Coast, quindi certamente uno da tenere d’occhio.
32° Soly Bailey l’australiano ha uno stile pulito ed efficace il suo surf è bello da vedere http://www.worldsurfleague.com/athletes/2824/soli-bailey è riuscito a qualificarsi per il WCT nelle ultime gare hawaiiane, sarà duro da battere appena le condizioni si faranno impegnative, ma personalmente non credo a Snapper potrà arrivare molto in alto.
31° Jadson Andre http://www.worldsurfleague.com/athletes/466/jadson-andre e questo potrebbe essere il DARK HORSE della stagione 2019, uno che mai si arrende, lotta sino all’ultimo secondo della heat, capace di manovre incredibili su mezzo metro d’onda così come di infilarsi in tubi profondissimi, è attualmente il 1° della classifica WQS e praticamente già qualificato per il tour 2020, questo potrebbe farlo surfare con una grande tranquillità interiore, senza nessun freno inibitore, anche lui non è nel mio Fantasy per Snapper, ma è certamente uno dei primi 10 a fine anno a parer mio.
30° il nostro alfiere Leonardo Fioravanti
http://www.worldsurfleague.com/athletes/2656/leonardo-fioravanti
Nelle prime apparizioni del 2019 lo ho visto veramente in gran forma fisica, in gara era molto preciso, più affamato, più concentrato; il gran lavoro svolto con il suo coach Richard Dog Marsh, sia sulle tavole che sulla preparazione fisica e l’approccio alle heat ha certamente lasciato il segno. Purtroppo ha avuto un infortunio alla spalla pochi giorni fa, ma credo e spero che tutto sia tornato ok. Ha accanto una ragazza, ssshhh…che credo gli stia dando molta tranquillità e forza, quindi tutto lascia presagire ad una anno ricco di soddisfazioni per noi e per lui. Non pagherà lo scotto della novità perchè lo ha già pagato precedentemente, quindi a tutto gas….chiaramente lui è un atleta fisso del mio Fantasy…chi non lo mette è un babbeo 😉
29° Ricardo Christie http://www.worldsurfleague.com/athletes/314/ricardo-christie l’unico Neozelandese nel WCT, un gran guerriero, è tornato per mostrare la sua maturità e la sua innata voglia di vittoria…farà bene, ne sono certo…
28° Deivid Silva http://www.worldsurfleague.com/athletes/2760/deivid-silva
24 anni, il goofy di San Paulo ha inanellato risultati ottimi, non un talento limpido e cristallino, ma certamente un up&comer che può dare fastidio.
27° Jesse Mendes http://www.worldsurfleague.com/athletes/700/jesse-mendes e qui si entra nel difficile, ha fatto vedere cose molto belle, ma ha perso heat con una facilità disarmante lo scorso anno. Avrà raggiunto una maturità sufficiente a farlo emergere in questa nuova stagione? Vedremo…intanto adesso surfa con le migliori tavole a mio parere che poteva scegliere (Bradley Surfboards) quindi teniamolo d’occhio.
26° Peterson Cristanto http://www.worldsurfleague.com/athletes/482/peterson- crisanto?yearResultsTourCode=mqs&yearResultsYear=2018 il regular brasiliano si è qualificato lo scroso anno sopratutto grazie ad un ottimo 1° posto al Ballito Pro, ma è stato anche molto altalenante nei risultati; se trova continuità può dire la sua, ma credo che al primo anno nel tour avrà parecchie difficoltà.
25° Ryan Callinan http://www.worldsurfleague.com/athletes/1760/ryan-callinan
E’ allenato anche lui da Richard Dog Marsh, con il supporto di Mick Lowe, è un gran lottatore, è un talento sicuramente…darà filo da torcere in tutte le condizioni. Uno che avrò spesso nel Fantasy team…sono punti assicurati. Potrebbe a fine stagione essere molto in alto in classifica, ma molto dipenderà dalla sua partenza di stagione, quindi su questo ci aggiorneremo
24° Seth Moniz http://www.worldsurfleague.com/athletes/3955/seth-moniz l’ultimo dei nuovi entrati, discedente di una dinastia di grandissimi surfers hawaiiani, ha stile potenze, radicalità, tutto quello che serve per ottenere grandi punteggi nelle heat; si è qualificato grazie ad ottimi piazzamenti in Giappone, in USA, in Sudafrica e poi confermati con un grandioso 7° posto ad Haleiwa dove ha ottenuto i punti che servivano per qualificarsi al WCT. É molto bravo in varie condizioni di swell, quindi può far davvero bene al suo esordio sul grande palcoscenico del WCT.
Risalendo la classifica troviamo molti atleti che stante la loro anzianità (si fa per dire) nel circuito potrebbero arrivare a qualche successo, ma credo siano atleti di metà classifica, nessuno di loro mi fa sperare in un risultato nei primi 10 a fine stagione, non faccio i nomi, sono ottimi atleti, ma abbiamo già visto che al momento non hanno la maturità, la fame di vittoria, la concentrazione per arrivare ai piedi del podio. Ai piedi del podio invece credo che potremo trovare atleti come Toledo, Ferreira, Colapinto e Jordy Smith. A lottare per il titolo Julian Wilson, Gabriel Medina e John John Florence a parer mio in questa stagione. In una ottima posizione a fine anno e quindi magari qualificati per le Olimpiadi mi aspetterei di vedere a fine anno Leonardo Fioravanti, Kelly Slater, Owen Wright, Kolohe Andino, Conner Coffin. Subito dietro potrei pensare di trovare Yago Dora, Ryan Callinan, Moniz. Ma chiaramente sono tutte solo mie supposizioni, al momento si sa molto poco circa la preparazione degli atleti, tutti stanno molto nascosti, si vedono pochissimi video, si hanno poche notizie. Tra poco più di 3 giorni avremo qualche elemento in più per analizzare la condizione fisica e mentale dei vari atleti, ma credo che Julian Wilson quest’anno avrà quella determinazione in più che gli è mancata nel passato, Medina avrà ancora voglia di lottare per tutta la stagione? Ferreira sarà veramente al top di condizione come sembra adesso nei suoi video? Oppure la sua preparazione è stata incentrata sull’inizio della stagione ed avrà un calo dopo? Toledo riuscirà ad avere più continuità e soffrire meno le pressioni alle quali lo sottopone suo padre? Riuscirà a staccarsi un po’ di più da suo padre e magari farsi affiancare da un coach etserno? In questo caso sì che lo vedrei come vero pretendente al titolo…vedremo in futuro cosa ci riserverà quel gran spettacolo del WCT.
Potrete seguire i live delle gare sul sito : http://www.worldsurfleague.com/
A breve anche una analisi del tour femminile, dove purtroppo la brutta notizia è che non parteciperà alla prima metà della stagione Tyler Wright che è ancora alle prese con l’infezione che si è beccata lo scorso anno in Sudafrica.


Saluti a tutti ed a presto

Patrizio Jacobacci
Condividi:

L’opinione di Pat

Come sempre Patrizio Jacobacci, molto attento a quello che succede in federazione, ci spiega in maniera molto semplice le varie categorie :

Nuovo regolamento gare surf Surfing Fisw :
2.1 CATEGORIE

Open Men: uomini dal sedicesimo anno di età compiuto.

Open Women: donne dal sedicesimo anno di età compiuto.

Under 12, (2010-2009-2008-2007)

Under 14, (2006-2005)

Under 16, (2004-2003)

Under 18, (2002-2001)

Senior, (2000-1999-1998-1997-1996-1995-1994-1993-1992-1991-1990-1989-1988-1987-1986-1985)

Master, (1984-1983-1982-1981-1980)

Gran master, (1979-1978-1977-1976-1975)

Kahuna, (1974-1973-1972-1971-1970)

Gran Kahuna, (1969 e prima)


Tutti i surfisti minorenni [Under 18] che partecipano ad eventi ufficiali devono avere la supervisione di un
genitore o di chi ne fa le veci.

Condividi: