Italian Storm

Il nuovo video documentario dei nostri mari, di Roberto D’Amico.

Trailer del video

Roby è riuscito a racchiudere in un video lo spirito che dovrebbe avere ognuno di noi che amiamo il mare … ci porta all’attenzione il male dell’era moderna “l’inquinamento “ e i cambiamenti climatici che ne conseguono … e che generano grandi onde …

Qua sotto il video completo :

Roby descrive questo nuovo video così:

“Probabilmente vedrete le migliori onde mai surfate in Italia e voglio sfruttare questa opportunità per creare consapevolezza sulla distruzione e l’inquinamento della costa italiana.
Questo video è un messaggio per tutti noi, per dare un piccolo aiuto ogni volta che è possibile.”

Siamo estremamente orgogliosi di questo video …

Siamo estremamente orgogliosi di questo video perché è “l’incarnazione” del nostro spirito dei Sons of the ocean … e vederlo impersonato da un grande come Roberto D’Amico ci riempie d’orgoglio !!!

Surfers: Roberto D’Amico con Eugenio Barcelloni 
Montaggio: Alessandro Dotti 
Drone: Giovanni Di Gennaro 
Riprese: Leonardo Paparusso 
Scritto da Giulia Ercoletti 
Altre riprese: Eugenio Barcelloni, Roberto D’Amico, Nils Astrologo 
Scelta della musica: Antea Palumbo 
Brani: 
– Saschienne – Grand Cru (Extended Version) 
– The End of the Unfinished Life “di Audiomachine

Complimenti a tutti !!!

Dei veri Sons of the ocean

Condividi:

Il capodoglio Loepoldo d’ischia

È stato trovato spiaggiato con lo stomaco pieno di plastica

Torniamo sul “problema plastica” con una triste storia che arriva direttamente dal nostro paese.
Qualche giorno fa, infatti, è stato trovato un capodoglio di 8 metri spiaggiato lungo il litorale nord-occidentale dell’isola di Ischia, ribattezzato Leopoldo.
All’interno dello stomaco del cetaceo sono state rinvenute grandi buste di plastica – che presumibilmente deve aver scambiato per calamari – insieme a un filo di nylon particolarmente spesso.
Ciò potrebbe non aver avuto un ruolo determinante nel decesso dell’animale che, da una prima autopsia, risultava gravemente malnutrito ma, tuttavia, la presenza di plastica nell’organismo dell’animale fa molto riflettere sul rischio che la fauna marina corre anche nei nostri mari.
Anche la Guardia Costiera ha dichiarato lo stato di pericolo in cui i capodogli dei nostri mari incorrono quotidianamente, scambiando pezzi di plastica per cibo e compromettendo la propria salute.
Tra l’altro la morte di Leopoldo non è un caso isolato. Se ricordate bene, giusto a novembre, in Indonesia, era stato trovato un altro cetaceo spiaggiato con 115 bicchieri monouso, 25 sacchetti di plastica, infradito, bottiglie e nylon nello stomaco. Praticamente una discarica.
E’ evidente che l’inquinamento da plastica nei mari e negli oceani è un problema sempre più attuale e che tutti noi dovremmo fare la nostra parte diligentemente per evitare il ripetersi di simili episodi.
Scegliete quindi sacchetti di tela, evitate oggetti di plastica monouso e fate sempre attenzione a spegnere e buttare le vostre sigarette negli appositi posaceneri. Non buttate plastica nei wc.
Basta veramente poco per iniziare ad invertire la rotta!

Condividi:

Diario di un mondiale, day 3-4

Scritto da : Giulio Caruso 

Giulio e Mattia durante la cerimonia d’apertura…

DAY 3

Mattina della cerimonia d’apertura. 

Niente surf quella mattina peró c’era qualcosa che ci metteva il buonumore: la parata, una delle cose più belle ed emozionanti di ogni mondiale. Tutti gli atleti che si incontrano per darsi gli auguri e sfilare davanti alla folla sotto la propria bandiera, cantare l’inno nazionale e anche un po’ scherzare. Sicuramente la parata è una delle cose che preferisco.

Alle 9:30am iniziamo a sfilare, è stata una gara a chi urlava di più, nessuno si è trattenuto! L’italia è carica, pronta a lottare.

Durante la parata eravamo dietro alle hawaii e davanti al giappone, c’era un bel rapporto con quest’ultimi, tant’è che ci siamo messi a incotarci a vicenda.

Finita la parata, Mauro e Giada hanno aspettato il loro turno e sono andati a sventolare la bandiera tricolore e a versare la sabbia dentro il grande cubo di vetro, che raccoglie la sabbia di tutti i paesi concorrenti creando un bellissimo effetto a strati. La sabbia viene portata da una spiaggia del paese ospitante. Dopo che tutte le altre nazioni hanno fatto lo stesso Fernando, il presidente ISA ha dichiarato ufficialmente “ON” l’edizione Vissla ISA world junior surfing championship 2018 ad Huntington beach.

16:00 Mauro si prepara per la sua heat! Primo italiano in acqua… grande tensione.

Mauro entra in acqua, 5minuti dopo la heat è partita, 15 minuti passano in fretta, sopratutto se ti trovi in un mare difficile come huntington overhead, il pomeriggio con vento. Primi 8 minuti Mauro non prende onde, a 7 minuti dalla fine prima onda, ne ingrana due belle solide, Ottimo.

Ora peró pa corrente lo ha portato lontano dal picco mancano quattro minuti è molto esterno, quasi fuori dal campo gara, mancano 4 minuti, un altra bella onda per Mauretto, bravo! Passa 2º. 

Ora turti a casa a riposarci. Cena e alle 21:00 a letto.

DAY 4

Oggi sveglia un po’ più presto, alle 6:30 siamo a fare colazione e alle 7:00 in spiaggia. Matteo purtroppo non ha molta fortuna, score bassi per tutti, onde non arrivavano, ultimo minuto della sua heat tira un Air Reverse dei suoi che purtroppo, peró non riesce a concludere, un errore che gli è costato la heat, ma nulla è perduto, si va ai ripescaggi.

Mattia ugualmente, heat molto difficile, ottimo surf da parte di tutti. Secondo atleta ai ripescaggi.

Per Danny e Edo invece è un altra storia, Edo passa secondo e Danny primo entrambi surfando in maniera esemplare.

Free surf e riposo per il team, e alle 2:45 si  riparte con Giada Legati, che prende un ottimo 2º posto e accede al round due.

Ora gran finale di giornata, Valeria Peconi e Maria nella stessa heat insieme a Kirra Pinkerton fortissima atleta del team USA. 

Entrambe danno il massimo, ma la ragazza stelle e strisce domina la heat. Tuttavia abbiamo Maria che accede per seconda al round 2 e una Valeria carichissima per i ripescaggi.

Free surf ancora. Cena e letto. Pronti per una nuova giornata di gare.

FOOORZA ITALIA 🇮🇹🤙🏽

Instagram 📸: giulio_carusosurf

Facebook 📲: Caruso Giulio 

Condividi: