Ogni minuto riversiamo nel Mediterraneo l'equivalente di 33mila bottiglie di plastica !!!!!

Dall’ultimo report fatto dal WWF ( che potete trovare qui ), viene evidenziato un dato allarmante, ogni anno riversiamo nel Mediterraneo 570mila tonnellate di plastica.

Ogni minuto riversiamo nel Mediterraneo l'equivalente di 33mila bottiglie di plastica !!!!!
Plastica immessa nel mediterraneo per persona.

Ogni anno 570 mila tonnellate di plastica finiscono nelle acque del Mediterraneo: e come se 33.800 bottigliette di plastica venissero gettate in mare ogni minuto. Questi sono i dati ufficiali presentati dal Report del WWF che ci lasciano a bocca aperta, perché ci fa pensare al futuro come un disastro che ci può solo portare alla catastrofe, come previsto già in più di una occasione da scienziati e climatologi. Si con questi ritmi è previsto che tra non molto, circa il 2050, in mare ci sarà più plastica che pesci ! Quindi, sempre il WWF, denuncia questa situazione come un fallimento totale per la gestione e lo smaltimento di questi rifiuti, cioè riconosce che il metodo attuale non è giusto, in particolare evidenzia che gli inceneritori e le discariche non sono il metodo giusto !

Ogni minuto riversiamo nel Mediterraneo l'equivalente di 33mila bottiglie di plastica !!!!!

La soluzione è cambiare la situazione in maniera sostenibile, con un economia circolare che riduca a zero i rifiuti … praticamente abbandonare “l’usa e getta “!!!

La doppia beffa all’Italia …

L’Italia ne subisce il maggior danno visto che è il paese della regione del mediterraneo con il maggiori km bagnati dallo stesso … siamo i più esposti ! Ma allo stesso tempo, siamo i primi produttori di oggetti assemblati in plastica, e i secondi produttori di rifiuti in plastica ! Il nostro paese riversa in mare 500mila tonnellate di plastica ogni anno su di un totale di 4 milioni di tonnellate di rifiuti, di cui 80% proviene dall’industrie di imballaggi.

Poi c’è il turismo che n’è parte del problema e allo stesso tempo è parte lesa : è parte del problema perchè nei mesi estivi, cioè quando il nostro paese è più visitato, c’è un incremento dei rifiuti di circa il 30% ! E n’è parte lesa perché l’inquinamento allontana i turisti dal bel paese, è stato calcolato con una perdita annua di circa 67 milioni di Euro l’anno !

la soluzione ?

Smettere immediatamente di pensare in maniera “usa e getta” cioè ad iniziare a pensare seriamente ad un economia circolare, un prodotto deve essere pensato con un secondo fine sempre, non deve diventare un rifiuto ma un nuovo oggetto dopo il suo primo uso ! Dobbiamo obbligare le aziende a pensare i loro prodotti come riutilizzabili nel tempo e non per finire in una discarica dopo il suo uso, altrimenti non abbiamo via di scampo dal collasso del sistema che abbiamo ora !

Condividi:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: