Episodio 3 – L’onda fantasma

Episodio 3 - L'onda fantasma
surfer: Mike Parsons / Photo: Rob Brown
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

In questo episodio andiamo alla scoperta di un'onda tenuta segreta per anni, un'onda fantasma, per poi essere rivelata al mondo con un vero e proprio colpo di scena. Un'onda creata da un contesto geologico unico al mondo.

Preparatevi, allacciate le cinture, perché questa volta il nostro Prof./Surfer Alessio Rovere ci porta a scoprire un’onda gigantesca, che veramente in pochi eletti sono riusciti a surfare, per le difficoltà per raggiungerla … e perché fino a pochi anni fa era tenuta segreta … oggi ci racconta il perché esistono onde immense ( alte più di 100 piedi ) a Cortes Bank !!!

Prof. Alessio Rovere

Prof. Alessio Rovere

Sono nato a poche centinaia di metri dal mare, in uno di quei paesi costieri liguri che vivono lunghi inverni solitari e brevi ma popolose estati. La mia famiglia é legata al mare da generazioni. Il mio bisnonno, marittimo, incontró il suo triste destino tra le onde dell'atlantico nel 1931. Era imbarcato sul Raffio, una delle navi che partecipó allo storico recupero dell'oro della nave inglese Egypt, portando a compimento una impresa storica nella marineria italiana. Mio nonno, anche lui imbarcato, mi raccontava fin da piccolo dei mari lontani che ha solcato come fuochista sulle navi ESSO Genova. In famiglia siamo tutti bagnini e amanti del mare. Uno dei miei primi ricordi sono i libri di Jacques Cousteau, che divoravo avidamente giá all'etá di sei-sette anni, sognando di emulare le gesta del capitaine. È stata solo questione di tempo prima che eleggessi il mare a mio parco giochi privato. Prima la subacquea (ho iniziato a tredici anni grazie a mio zio), poi il surf (a sedici anni). Quando ho dovuto scegliere cosa studiare all'universitá non ho avuto dubbi: scienze ambientali marine. Ho preso laurea e dottorato a Genova, e poi ho iniziato a girare il mondo: prima a New York, alla Columbia University, e poi a Brema, al Center for Marine Environmental Sciences (MARUM). Mi sono specializzato in geologia costiera, e studio i cambiamenti di livello del mare e la dinamica delle coste. Grazie al mio lavoro ho viaggiato il mondo: Sud Africa, Fiji, Tahiti, Bahamas, Bermuda sono solo alcuni dei posti in cui ho lavorato. E avevo sempre la mia amata tavola sotto braccio....

Condividi: