Barattiamo ? …

#Acchiappamozziconi … la nuova iniziativa contro le sigarette buttate a terra

Mozziconi di sigaretta? No, grazie! Livorno c’è.

Dopo il grande successo della pulizia del Molo Novo, Reset Livorno, I Pirati della Plastica, AcchiappaRifiuti e Sons of the ocean sono nuovamente insieme per lanciare “BARATTIAMO?”.

Il 40% dei mozziconi gettati per terra prima o poi finisce in mare, e con questa iniziativa vorremmo sensibilizzare tutti al rispetto dell’ambiente.

Tutti i locali che esporranno queste locandine offriranno una ricompensa (birra, gelato, bibita etc) a chi, aderendo a questa iniziativa, raccoglierà un bicchiere di mozziconi nei pressi del locale o nella spiaggia-scogliera vicina (portatevi un paio di guanti).

Scatta poi un selfie con il tuo “raccolto” e la tua ricompensa davanti al locale e condividilo sui social con l’hashtag #acchiappamozziconi.

Questa iniziativa inizia il 15 Agosto e termina il 31 Agosto.

Hanno già aderito: La VELA, L’Acquamarina, Caffeina’s, Precisamente A Calafuria, La Spiaggetta Quercianella, Marrakech alla rotonda, Bobble Bobble Livorno, Surfer Joe alla terrazza Mascagni, Baracchina Azzurra.

Per altri locali che volessero aderire: mandare mail di adesione a resetlivorno@gmail.com oppure tel Sergio 335-5614436.

Il 15 Agosto comunicheremo la lista definitiva di tutti i locali che aderiranno a “BARATTIAMO?”

Condividi:

Yeshua Surf Memorial 2019

video della bellissima manifestazione del 2017

è già partito il waiting period il 10 agosto e durerà fino al 30 settembre, della bellissima “festa” per ricordare un ragazzo stupendo, pieno d’energia, con una voglia di vivere spaventosa … e cosi è la festa dedicata a lui, piena di energia positiva, piena di buona vibra …

Il contest si svolgerà il primo fine settimana di onde nello spot preferito di Yeshua,in darsena “il Muraglione” nella spiaggia attrezzata “L’altro mare” di viareggio !!!

Ma cos’è il Yeshua surf contest ?

Ce lo spiega “Pomo”:

“Un raduno di surfers, una festa vecchio stile in spiaggia e tra le onde, fiumi di sangria, buona musica e la migliore energia possibile, per comunicare a Valentino “Yeshua” Cerri che non ci è ancora andato giù il fatto che da un giorno a l’altro c’ha lasciato per surfare un secret spot dove , dice, “le fa da paura”. Vogliamo conoscere anche noi le coordinate di quella super onda, che solo lui conosce, per questo ci raduniamo ogni estate numerosi, per fargli arrivare un messaggio potente e chiaro, più siamo meglio é… dicci dove cazzo è questa onda epica!!! “

Patrizio Jacobacci vuole aggiungere un suo pensiero …

Il nostro amico Pat

” Valentino era un ragazzo di Viareggio molto talentuoso, una gran persona, sempre sorridente in acqua e fuori . Un artista in tutto quello che faceva, e nel surf lo dimostrava non tanto con risultati nelle gare, ma con stile e consistenza in mare nelle giornate migliori al molo di Viareggio, il suo spot preferito. L’ho visto crescere in mare accanto sul picco e purtroppo sono dovuto andare a salutarlo al suo funerale dopo una morte improvvisa e prematura. Il suo sorriso è mancato in acqua e fuori, ma il suo ricordo è indelebile nei nostri cuori. Sarà una festa, come avrebbe avuto piacere lui, quindi venite tutti a ricordarlo con noi in una giornata di gran divertimento per onorare la sua memoria. RIP my friend Valentino ❤ “

Quindi tutti pronti per partecipare alla festa in suo onore …

Qua sotto potete trovare il link della pagina creata in occasione per tutti gli aggiornamenti :

https://www.facebook.com/yeshuasurf/

Qua sotto invece potete trovare il link dell’invito all’evento :

https://www.facebook.com/events/706697179778603/

vi terremo aggiornati sicuramente ma voi correte a inscrivervi all’evento … sarà una bella festa come avrebbe voluto Yeshua !!!

Condividi:

pulizia spiaggia con sorpresa … macabra !

da sx a dx : Matteo Capo Nani ( Sons of the ocean ), Simone Guerrieri ( i pirati della plastica ), Sergio Giovannini ( Acchiapparifiuti ) e Giuseppe Pera ( Reset Livorno )
da sx a dx : Matteo Capo Nani ( Sons of the ocean ), Simone Guerrieri ( i pirati della plastica ), Sergio Giovannini ( Acchiapparifiuti ) e Giuseppe Pera ( Reset Livorno )

Il nostro motto è stato “l’unione fa la forza!”

Giovedi 8 agosto c’è stata la pulizia straordinaria del Molo Novo a Livorno. L’idea è venuta qualche tempo fa a Simone Guerrieri, un ragazzo che ormai da molto tempo si occupa di pulizie ambientali con il suo gruppo di “matti” che si chiama I PIRATI DELLA PLASTICA . Fin dall’inizio ha chiesto la collaborazione a noi, a gli ACCHIAPPARIFIUTI e RESET LIVORNO, perché l’impresa era veramente ardua e grandiosa … la mattina ritrovo alle ore 9 circa, appena arrivati ci siamo imbattuti in una buona risposta delle persone con un affluenza di circa 40 persone nonostante non avevamo fatto tantissima pubblicità all’evento … pronti via abbiamo saputo del primo problema riscontrato, il barcone ( Gozzo, imbarcazione tipica livornese ) non poteva portarci da terra al molo per motivi burocratici, ma Simone non si è scoraggiato e ha subito risolto la situazione con il noleggio di un’altra imbarcazione più piccola ma utile per lo stesso scopo semplicemente con più viaggi, con l’aiuto del Mosca ( A PESCA CON IL MOSCA ) … quindi dopo tutte le interviste con i vari giornali e tv locali e nazionali, siamo partiti alla volte del Molo Novo.

Arrivati tutti al Molo Novo …

Una volte che siamo arrivati tutti al Molo Novo non abbiamo perso tempo e ci siamo messi tutti all’opera, è stato bello vedere come persone di ogni età, estrazione sociale, credo politico, etc si sono rimboccate le maniche e hanno lavorato come una macchina da guerra con lo stesso scopo … pulire una spiaggia !!! dimostrazione che l’unione può esistere e fa la differenza … ho visto gente stremata dalla fatica e dal caldo, ma che non mollava … perché il volere fare era più forte del dolore fisico …

La scoperta macabra …

Mentre stavamo pulendo questa spiaggia a fianco del molo, che in realtà spiaggia non è perché è composta da polistirolo di tutti i tipi, dal più grande a quello minuscolo … una ragazza un pò spaventata ha esclamato ” ragazzi c’è una mandibola !” … ed effettivamente era cosi, c’era una mandibola ( presumibilmente umana ), appoggiata tra dei residui di plastica e canniccio … quindi abbiamo allertato subito le forze dell’ordini competenti, le quali c’hanno raggiunti per il prelievo della stessa …

Oltre a questo macabro rifiuto …

Oltre a questo siamo riusciti a raccogliere 1.5 tonnellate di plastica stipata in circa 40 bustoni gialli gentilmente offerti da LABROMARE , che oltre ai sacchi ha messo a disposizione una squadra di ragazzi e un mezzo adibito alla raccolta di rifiuti in mare …

Altri rifiuti raccolti sono stati bottiglie di detersivi, boccette di medicinali, cime di navi, 2 copertoni di camion, bottiglie di varie marche famose e il re dei rifiuti ” mozziconi di sigarette” …

Dopo la fatica il meritato riposo …

Dopo la fatica ci siamo fermati all’ombra della torre faro principale del Molo Novo a mangiare un buonissimo pranzo gentilmente portato espresso da dei ragazzi favolosi che hanno avuto un idea fantastica … questa idea si chiama “IO MANGIO SULLO SCOGLIO” !!! Praticamente ti portano il cibo dove vuoi sugli scogli, il tutto impacchettato e con le posate in materiale 100% biodegradabile !!!!

Qui è terminata la giornata fantastica …

Cosi siamo arrivati al termine della giornata, stanchi ma felicissimi per quello che siamo riusciti a fare … cioè pulire una zona simbolo di Livorno … ma soprattutto siamo riusciti a dare un segnale forte a tutti cioè che volere è potere … quindi se tutti facciamo anche solo un poco, moltiplicato per molti, diventa tantissimo !!!!

Vogliamo ringraziare in primis Simone per tutto, dall’idea all’impegno messo per far si che tutto andasse per il verso giusto nonostante tutte le avversità … Sergio per i consigli e per la forza trasmessa a tutti i giovani … Giuseppe per la parte tecnica … e poi tutti i ragazzi e meno ragazzi che hanno voluto essere presenti per contribuire a far realizzare un sogno, quello di dimostrare a tutti che ci si può fare a cambiare le cose !!!

grazie di cuore a tutti !!!!!!

Tutte le foto sono state messe a disposizione nostra da Francesca Mazzoni e Giuseppe Pera, grazie !

Francesca Mazzoni la potete trovare :

Blogger di viaggi fantastici
Condividi:

Indonesia, un altro disastro ambientale…

Esplode pozzo off-shore sott’acqua davanti all’isola di Java

mappa del disastro

La Pertamina ( compagnia petrolifera ) circa un mese fa ha perso il controllo di un nuovo pozzo in mare davanti all’isola di Java, proprio mentre lo stava trivellando, la zona è detta Offshore North West Java ( ONWJ ) e il nome del pozzo è Karawang.

Ormai siamo già ad una chiazza lunga 84 Km di petrolio !!!

piattaforma ( solo a scopo illustrativo )

Sembra che il danno sia stato fatto proprio durante la trivellazione del fondale marino … un mix di pressione non controllata e gas fuoriusciti inaspettatamente. Siamo già a 3000 barili di greggio il giorno sputati fuori … e calcolando che è già un mese che è successo, questo è un crimine ambientale !

Tutto è cominciato il 12 luglio …

Già dopo tre giorni dopo l’incidente sono state trovate le prime chiazze di petrolio in superficie che dopo poche ore, tra il vento e le correnti, hanno raggiunto la terra !

Pertamina è già corsa ai ripari con barriere in superficie …

La chiazza, come già anticipato, ha già raggiunto dimensioni immense, si parla di un area di 4500 ettari. La compagnia petrolifera è corsa ai ripari con barriere galleggianti, ha attivato 32 navi e 800 persone per la pulizia, oltre ai vigili del fuoco . Ad oggi le previsioni non sono delle più rosee, visto che i tempi stimati per fermare la fuoriuscita di greggio sono attestati a circa due mesi !!

Un altro disastro ambientale che colpisce l’Indonesia !!

Condividi:

L’inferno delle Maldive …

Il lato B del paradiso terreste … quel posto che tengono nascosto ai turisti !!

Atollo Thilafushi

Qualche anno fa ( 2012 ) mi sono recato alle Maldive per un surftrip in uno dei resort più esclusivi, il Lohi’s rinominato dopo lo tsunami Hudhuranfushi resort, un posto paradisiaco, dove la natura dentro e fuori dall’acqua è così rigogliosa da lasciare senza fiato ! Spiagge bianche composte da coralli frantumati negli anni, palme che accarezzano l’oceano trasparete come il vetro, e pesci dai colori così sgargianti da sembrare finti !!

Insomma il paradiso in terra …

Lì davanti al resort c’è lo spot privato accessibile solo dai clienti… una sinistra infinita, di forma spettacolare … tutti i giorni mi recavo all’alba e al tramonto a fare un oretta di surf, eravamo sempre 2/3 al massimo in acqua … surfavo con gli squali pinna nera, tartarughe, delfini e pesci che così vicini non avevo mai visto … un sogno !

Il lato B …

Mi ricordo di un tramonto in particolare, verso la fine della vacanza, mentre ero in acqua… mi arrivò un cattivo odore nel naso, un puzzo acre, mi girai a guardare verso l’atollo e vidi alzare una nuvola nera, talmente nera che oscurava lo spettacolo del sole che si stava tuffando in mare …

Da lì a poco uscì dall’acqua e decisi di andare a vedere cosa stava succedendo … il fumo si alzava da una zona interdetta ai turisti, ma ovviamente io feci finta di perdermi ed entrai uguale …

Atollo Thilafushi …

Quello che trovai davanti a me fu talmente traumatizzante che rimasi muto per qualche minuto … stavano bruciando tutta la spazzatura del resort come se niente fosse … con una naturalezza e normalità sconcertante !
La sera a cena chiamai un inserviente con il quale avevo fatto amicizia, gli chiesi se era consuetudine fare così e lui mi rispose “certamente” !

Praticamente loro credevano di risolvere il problema dei rifiuti bruciandoli !!!
vi posso assicurare che tutta questa situazione mi fece riflettere molto, mi creo uno stato d’inquietudine che mi rovino la vacanza !!

Atollo Thilafushi

Nei giorni seguenti mi informai meglio sul discorso dei rifiuti … e scopri che lo stato delle Maldive ha creato un isola artificiale su di un atollo per adibirla a discarica ! Doveva essere una soluzione momentanea ma poi è diventata una situazione insostenibile …

Oggi sembra un inferno … tra spazzatura e rifiuti di ogni genere !!

Condividi:

L’Artico sta andando a fuoco, è la notizia che tutti dovrebbero conoscere …

Sono settimane che sta andando a fuoco la regione Artica che va dalla Siberia all’Alaska … nessuno ne parla, ma dovrebbe essere la notizia più importante perché riguarda tutti indistintamente …

uno dei video della ABC4 americana

il fuoco si è già bruciato una porzione di terra grande più della Valle D’Aosta … rilasciandolo una quantità di Co2 pari a quella immessa in un’anno dal Belgio ! Tutto questo in pochissimi giorni …

Ci sono ancora terre dove l’uomo non può riuscire ad approfittarsi della natura, una di queste è l’artico, una regione sempre al centro di grandi contese per motivi economici ( ovviamente ), di rotte mercantili, di risorse energetiche fossili e di risorse minerarie … quindi è un posto che fa gola ai più grandi e potenti, tipo l’America, la Russia, la Cina e l’Europa!

Ecco perché l’innalzamento delle temperature degli ultimi anni sono ben viste dai potenti, negando l’evidenza di un cambiamento climatico …

Infatti negli ultimi anni le temperature sono andate aumentando anche lì dove le temperature erano sempre state proibitive per l’uomo. Quest’anno abbiamo avuto temperature record per quelle regioni del mondo che non erano mai state registrate da quando abbiamo iniziato a monitorarle … temperature pazzesche ! Lo si può capire anche con i 43º di Parigi, temperatura mai registrata prima … ma anche qua in Italia con punte nella settimana scorsa che non avevamo mai visto !

Ma torniamo a parlare dell’incendio …

L’incendio divampato qualche giorno fa non è per niente sotto controllo, anzi sta crescendo e non abbiamo soluzioni al momento per contenerlo … questo perché ad andare a fuoco non è semplicemente bosco ma la torba ricca di anidride carbonica, quindi oltre allo sprigionamento stesso della Co2 per la combustione, c’è anche quella già contenuta al suo interno ! Ecco perché in così poco tempo si è sprigionata una quantità immensa di Anidride carbonica !

Un’altro fattore negativo è l’influenza dello scioglimento dei ghiacci …

Proprio per il forte calore si stanno sciogliendo i ghiacciai perenni ad una velocità mai vista prima, e questi liberano una quantità di acqua fredda fuori dal normale che fanno cambiare tutte le correnti marine che regolano la situazione climatica terrestre !
Insomma una catastrofe nella catastrofe che può solo andare a peggiorare la situazione climatica attuale !!

Poi ci sono anche i virus e batteri …

Ci sono anche loro, i virus e batteri, ormai ingabbiati nei ghiacciai da milioni di anni che con lo scioglimento dello stesso c’e il pericolo che si liberino nell’aria … e ovviamente essendo di ere a noi sconosciute non ne conosciamo neanche la reale pericolosità …

Parliamoci chiaramente …

Lo scenario che stiamo avendo non ha niente di buono … ma solo conseguenza negative per tutti noi ! Speriamo che qualcuno con il potere adeguato prenda in mano la situazione Artica in primis e quella ben più grande del cambiamento climatico !

Condividi: