Risultati del Rip Curl Junior Levanto 2019

Sabato 27 aprile si è svolta la 1ª tappa del campionato italiano surf junior a Levanto, una bellissima giornata di buon surf , ottima compagnia e grandissima organizzazione dello staf …

Ian Catanzariti vincitore della categoria Under 16

Classifica Under 16 maschile

Ian Catanzariti ( qui trovate l’intervista)

Alessandro Venturini ( qui trovate l’intervista )

Francesco Lazzarini ( qui trovate l’intervista )

Bellissima gara, con un buonissimo livello, vinta da Ian Catanzariti, aggiudicandosi così i primi 1000 punti per il campionato… è stato intelligente usando molto i rail e facendo anche qualche Air. Bravissimo anche i due inseguitori in campionato Alessandro Venturini e Francesco Lazzarini, che per non molto inseguono … tutti veramente bravi e grande spirito sportivo …

Classifica Under 18 maschile

Diego Cordeiro

Matteo Calatri ( qui trovate l’intervista )

Edoardo Spadoni

Classifica Under 14 maschile

Brando Giovannoni ( qui trovate l’intervista )

Rufo Baita

Mattia Cipriani

Bravissimi tutti, Brando prende il largo subito con un punteggio pieno in campionato di 1000 punti … questi ragazzini sono il futuro del nostro sport, e ci fanno ben sperare per il futuro … forti, tecnici e pieni di passione …

Classifica Under 12 maschile

Michele Scoppa

Samuel Manfredi

Matteo Bertilotti

Questi “cuccioli” sono davvero il gruppo che meglio rappresenta il nostro futuro … sono carichi a molla … e pieni di gioia e divertimento …

Classifica Under 18 femminile

Ottavia Salvati

Elena Lippi

Francesca Valletti Borgnini

Un ringraziamento speciale va a tutta l’organizzazione impeccabile e a tutti i partecipanti per la loro passione dimostrata …

Condividi:

Radical Factory A.S.D.

È nata la nuova pagina Facebook ufficiale di Radical Factory, messa su dai nostri amici già conosciuti Gianluca Prosperi ( qui intervista completa ), Simone Macera ( qui intervista completa ) e molti altri !!

Una realtà nata per promuovere gli sport più radicali come il surf, lo skateboard e il bodyboard . Ma non solo , saranno organizzati eventi culturali e educazione ambientale !

Quindi mettete un bel “Mi Piace” alla pagina per rimanere sempre aggiornati !!!

https://www.facebook.com/Radical-Factory-578166145926241/
https://www.facebook.com/Radical-Factory-578166145926241/
Radical Factory
Condividi:

Le specie marine si estinguono al doppio della velocità rispetto alle terrestri …

Gli animali marini non hanno ripari dall’innalzamento delle temperature …

📝 Scritto da Matteo Nani

28/04/2019

Il cambiamento climatico, dovuto a diversi fattori creati dall’uomo, colpisce più forte le creature marine . Sott’acqua non hanno riparo dall’innalzamento delle temperature …

Altre ricerche effettuate su 400 animali terrestri a sangue freddo, dimostrano che con l’aumentare della temperatura sul nostro pianeta , gli animali marini si estinguono al doppio della velocità !

Qualche giorno fa è uscita, sull’autorevole rivista Nature, una ricerca svolta dai ricercatori della Rutgers University nel New Jersey, nella quale si dimostra che con il surriscaldamento terrestre e il conseguente riscaldamento degli oceani, le specie marine non avendo vie di fuga stanno scomparendo alla velocità doppia rispetto alle specie terrestri a sangue freddo.

Questo studio è stato portato avanti dopo che precedenti ricerche avevano dimostrato che gli animali a sangue caldo meglio si adattavano all’innalzamento delle temperature. Mentre gli animali marini muoiono più facilmente non trovando riparo !

I ricercatori hanno stimato che già da mezzo grado in più si avranno drastiche perdite perché crea problemi per cercare il cibo e la riproduzione. E se molti animali come pesci e molluschi potranno migrare in altri mari … ci sono specie che moriranno come i coralli e le gorgonie perché ovviamente non si possono spostare !

Conclusione :

Questo studio ci dovrebbe far riflettere ovviamente su come cercare di evitare il surriscaldamento globale in primis, ma ci dimostra quanto sono importanti le nostre foreste dove noi possiamo trovare riparo a differenza delle specie marine che non lo possono fare ! In più gli alberi, come ormai tutti sappiamo, riescono a mantenete una temperatura temperata, cioè con il freddo scaldano e con il caldo tengono fresco l’ambiente …

Quindi :

• cercare di non far surriscaldare la terra

• proteggere i nostri mari dal surriscaldamento

• proteggere i nostri alberi

Come potete notare la nostra terra ci mostra quando tutto sia collegato, e quanto sia importante un equilibrio perfetto tra tutte le specie marine e terrestri sia della flora che della fauna !

Condividi:

Rip Curl Bells Beach 2019

Stanotte è giunto al termine una delle gare più emozionanti … un po’ per la location magica … un po’ per il livello dei partecipanti …

La finale è stata tra Felipe Toledo e J.J. Florence … due atleti che quest’anno ne faranno vedere delle belle, sono carichi e super in forma tutti e due ! Ma questa volta ha avuto la meglio J.J. !!

Nelle donne la battaglia finale è stata tra Courtney Conlogue e Malia Manuel … ad avere la meglio è stata la Conlogue !!!

Condividi:

Clean the Mountain

Per un futuro migliore

NaturalBoom bevanda che rispetta l’ambiente, ha organizzato a Cervinia una pulizia delle montagne, alla quale hanno partecipato tantissimi bambini con i genitori, che si sono divertiti nel pulire l’ambiente … questo ci ha riempito di gioia !!

Bambini che raccoglievano immondizia e la portavano come un trofeo ai punti di raccolta !!

Forse grazie a loro avremo un futuro per il nostro ambiente e per noi !!!

Condividi:

Uno dei “Pirati della plastica”

Simone Guerrini, un ragazzo che ha deciso di fare con i fatti qualcosa per il nostro mare

Questo ragazzo è un attivista del gruppo livornese “I pirati della plastica”, un gruppo nato per ripulire dalla plastica i nostri mari e la costa labronica… ( qui potete trovare il gruppo su Facebook )

Simone stamattina è andato a farsi un giretto per i fossi livornesi con la sua barchetta, insieme al suo amico Matteo, e in circa un’ora con l’aiuto di un retino è riuscito a togliere dall’acqua una quantità immane di plastica !!

Con questo gesto il ragazzo vuole lanciare un appello, al quale ci affianchiamo anche noi, al “popolo delle barchette” cioè:

Di raccogliere un po’ di plastica mentre si fa le nostre girate in barca !

Un gesto semplice che non costa nulla … ma importante per l’ambiente !!!

Qua sotto qualche foto della sporcizia raccolta :

Simone vuole ricordare a tutti che il giorno 4 Maggio a Livorno ci sarà una raccolta di spazzatura con le barche …

Il ritrovo è davanti alla fortezza nuova, per qualsiasi informazione vi lasciamo l’evento organizzato su Facebook dove potete contattare appunto Simone se volete partecipare ma non siete muniti di barca …

https://www.facebook.com/events/2258517664184175/?ti=ia

Oppure cliccate qui

Condividi:

Stop ad altre trivellazioni in Sicilia

Comunicazione ufficiale di Sergio Costa tramite Twitter

Un piccolo passo ma molto importante per capire la nuova direzione verso nuove fonti d’energia … ormai i nostri mari dobbiamo tutelarli il più possibile e questo ci sembra un grande passo in avanti ! Niente nuove trivellazioni per questa multinazionale … con la speranza che sia un modo per indirizzarla verso nuovi modi di produrre energia !!

Grazie ministro ! I mari vanno tutelati in tutti i modi possibili…

Condividi:

L’opinione di Pat 10ª

Dopo la finale persa al Quik Pro da Kolohe e la scarsa prestazione di Jadson seguiamo la loro preparazione per il Quik Pro Per Jadson che arrivava da 2 ottime prestazioni nel WQS e la qualificazione WCT 2020 praticamente già in tasca, ci aspettavamo una prima gara completamente diversa; per Kolohe perdere la tua prima vittoria nel WCT per pochi centesimi per aver lasciato in priority prendere un’onda così ad Italo e vederlo fare un 7.07 quanto aveva bisogna di 6.93 per vincere il contest deve essere estremamente frustante…ma Kolohe nell’intervista dopo la finale ha detto : (Era un’onda di mezzo metro la lascerei passare altre mille volte)…non credo, la prossima finale che farà non la lascerebbe mai prendere ad Italo quell’onda lì 

Condividi: