L’opinione di Pat

Kelly riparte a Marzo anche nel WQS, questo farebbe pensare che la stagione 2019 potrebbe non essere la sua ultima se comincia a pensare anche ai punti della riqualificazione dal WQS.

Non dimentichiamo che nel 2020 ci sono le Olimpiadi e il surf ne farà parte … una ghiotta occasione per un “cannibale” come il “King” Kelly Slater

https://stabmag.com/news/kelly-slater-to-begin-his-qs-re-qualification-bid-at-the-vissla-manly-pro/

Nel link qua sopra potrete trovare tutte le info dettagliate che ci fanno pensare …

Scritto da Patrizio Jacobacci

Potete trovare la sua intervista qui

Le sigarette sono tra i primi tre rifiuti in mare

Tra i rifiuti che troviamo sicuramente di più sulle spiagge ci sono le cicche …

Ormai è evidente a tutti che le sigarette sono tra i rifiuti più diffusi, per colpa della brutta cultura generale di buttare in terra i mozziconi. È un gesto banale che costa caro alla salute di tutti …

I filtri delle sigarette impiegano decenni per decomporsi perché fatti principalmente di Acetato di cellulosa e altri derivati della plastica che si dissolvono nell’acqua sotto forma di micro-plastiche.

Da una ricerca svolta dalla NBC NEWS sono state trovati residui di sigarette nel 30% delle tartarughe analizzate e nel 70% degli uccelli marini … un dato molto allarmante! Ma il dato peggiore arriva dalle analisi fatte sui pesci , perché le micro-plastiche sono nella totalità.

Il dato più allarmante

Quindi alla fine del ciclo i mozziconi finiscono sulle nostre tavole … infatti, ormai è cosa nota, che sono state trovate tracce di micro-plastiche nelle feci umane ! Il pericolo peggiore è che non sappiamo cosa comportano al corpo umano a lungo termine …

Grandissimo concorso di Vag Surf Shop

Si può vincere una nuova tavola da surf della Lost

Il mitico Vag Surf Shop di San Vincenzo, a sud di Livorno, mette in palio una fantastica Surfboard della Lost per il concorso su Instagram !

Il concorso è semplicissimo, seguite questi pochi passi :

1º iniziate a seguire la pagina Instagram ( se già non lo fate ) potete trovarla cliccando qui

2º condividete il post che riguarda il concorso ( la foto in alto ) nella vostra storia Instagram taggando la pagina del Vag surf Shop

3º mettete “Mi piace” alla foto e taggateci tre amici

Il vincitore sarà sorteggiato il giorno di Pasqua in diretta Instagram !!!!

Quindi corrente a fare il tutto e incrociate le dita … noi l’abbiamo già fatto !!!

Un posto bellissimo martoriato dai rifiuti …

Dopo l’alluvione a Livorno di settembre 2017, che porto in mare di tutto, sono state fatte molte pulizie di spiagge … ma ancora oggi il mare ci restituisce quotidianamente rifiuti.

Oggi eravamo alla solita spiaggia che frequentiamo da anni e lo scenario che abbiamo trovato è stato a dir poco raccapricciante, rifiuti di ferro, plastica ed eternit … dopo le mareggiate di questi giorni la spiaggia è di nuovo invasa dai rifiuti. Noi essendo spesso li, ogni volta portiamo via molta spazzatura, ma ora siamo veramente in uno stato indecoroso e di pericolo ambientale.

Questa spiaggia è bellissima, e non vogliamo vederla cosi … noi piu di portare ogni volta via un pò di sporco non possiamo fare … qui c’è bisogno di un intervento da parte di tutti … non è possibile che ad ogni mareggiata succeda questo.

Simone Macera a StudioAperto

Ieri è andata in onda l’intervista di Simone Macera, mitico bodyboarder labronico, durante il TG su Italia1 “StudioAperto” … dove ha parlato del nuovo video “Cloud Buster” e della sua esperienza sulle onde giganti a Nazaré …

qua sotto potete trovare il link per rivederla :

Mentre qua sotto potete rivedere il mitico video “cloud Buster”:

Ancora una volta Simone riesce a far parlare di se per qualcosa di veramente grande, complimenti da tutti i Sons of the ocean !!!

L’opinione di Pat : i nostri ragazzi impegnati in campo internazionale …

dal 4 febbraio i nostri Roby D’amico, Matteo Calatri e Manolo Pochiero saranno impegnati alla gara WQS 1500 a Tenrife :

http://www.worldsurfleague.com/events/2019/mqs/2942/cabreiroa-las-americas-pro-tenerife

Clicca qua sopra per seguire

Che bello vedere tutti questi italiani che sulla scia di Leonardo Fioravanti si gettano nella mischia e girano il mondo a gareggiare, fare esperienza e migliorare il proprio surf … Quindi non perdetevi dal 9 Febbraio i nostri Junior Edoardo Papa e Diego Cordeiro che invece saranno impegnati in Australia al WQS Junior :

http://www.worldsurfleague.com/events/2019/mjun/2954/lake-mac-city-pro-junior

Clicca qui sopra per seguire

📝 Scritto da : Patrizio “Pat” Jacobacci

Longboard BEAN di TwinsBros

📷 foto by Geg_lelli

31 gennaio 2019, questo è il giorno dell’uscita online del nuovo Retro Jewel, modello Longboard BEAN di Twinsbros

📷 foto by Geg_lelli

Il nuovo modello è stato sviluppato e pensato insieme agli shaper, Renato e Paolo, per aggiungere alla gamma Retro Jewels un Longboard noserider single fin, dallo stile classico.

 Giulia di Giovanni ( Episodio 25 lo potete rileggere qui ) ha collaborato per la realizzazione del nuovo “missile” dei fratelli Twinsbros … queste sono le sue impressioni :

“Fin dalle prime entrate in acqua con questo nuovo long , ho notato che il Take off risulta molto agevole e facile sia su onde piccole e morbide  che su onde più ripide, grazie al buon volume ed alla particolare rocker-line.   

📷 foto by Geg_lelli

La poppa round garantisce ampia manovrabilità e fluidità esaltando al massimo la configurazione singlefin. La carena rolledV, nella parte posteriore, assicurerà un feeling eccezionale nei cambi di direzione. Al fine di garantire un noseriding stabile, il nose è concavo e l’outline ha una buona larghezza e risulta abbastanza dritto nella parte anteriore. Insomma una bomba.

📷 foto by Geg_lelli

E’ con questo longboard infatti che sono riuscita a vincere il Quicksilver Longboard Classic tenutosi a Recco qualche mese fa.

📷 foto by Geg_lelli

Mi ritengo davvero fortunata di poter collaborare con il marchio Twinsbros. La qualità delle tavole è ottima e gli shaper sensibili ad ogni richiesta. Ma non solo, di recente, dopo che una compagnia aerea ha distrutto parte della mia tavola, ho ricevuto dalla factoryuna bellissima sorpresa.. un tale tutto nuovo in legno! 

Ora non resta che godersi le prossime onde! “

📷 foto by Geg_lelli

Sentiremo molto parlare di questo modello di Longboard … oltre ad essere performante ed avere delle caratteristiche particolari è anche molto bello da vedere !!

Fantastico, complimenti per il lavoro a Renato e Paolo dei TwinsBros 🤙🏽

Per info visitate il sito https://www.twinsbros.net/

Atto ignobile dei bracconieri nei confronti di Sea Shepherd …

Una delle pietre lanciate contro la nave che hanno distrutto il vetro della plancia

Quello di ieri è stato un atto fuori dal normale dei bracconieri nei confronti della nave e del suo equipaggio.

La nave di Sea Shepherd accerchiata dai bracconieri

Sono stati attaccati con pietre e molotov dai bracconieri ed è dovuto intervenire l’esercito per difendere la nave di Sea Shepherd nelle acque del golfo del Messico. Noi personalmente lo troviamo un atto ignobile e da vigliacchi … soprattutto per il motivo per il quale erano lì … la salvaguardia di una specie fortemente a rischio …

Riportiamo il comunicato ufficiale rilasciato da Sea Shepherd Italia e il video del attentato.

I ragazzi a bordo che cercano di difendere la nave con degli idranti

BREAKING NEWS:

BRACCONIERI DISTRUGGONO LE VETRATURE E LANCIANO MOLOTOV INCENDIARIE CONTRO LO SCAFO DI UNA NAVE DI SEA SHEPHERD. DUE GLI ITALIANI A BORDO.

Nella giornata di ieri la nave di Sea Shepherd, M/V Farley Mowat, è stata attaccata in maniera violenta da un gruppo di bracconieri nel Golfo della California, in Messico mentre era impegnata a proteggere il mammifero marino più minacciato al mondo: la focena Vaquita. 

I bracconieri hanno scaraventato delle pietre contro la nave, frantumandone le vetrature di plancia, e hanno lanciato molotov incendiarie contro lo scafo. Grazie anche all’assistenza da parte della Marina messicana, tutti i membri dell’equipaggio sono al sicuro. Nessun arresto è stato compiuto. Due gli italiani a bordo: Giovanni Cappa, medico, e Alex Beldi, fotografo.

Video dell’attacco

Un’altra pietra che ha sfondato il vetro