Fiaba alle Hawaii 🌺

📝scritto da Tanya Nanetti

Vi racconterò una storia che ha dell’incredibile, e forse vi sarà difficile credermi: non ho prove, né testimoni (tranne uno, ma capirete presto che, se non credete a me, non potrete credere neanche a lui…), e può sembrare poco più di una fiaba. 

Ma è successo, davvero. 

Come prima cosa, dovete sapere che lo scorso anno mi sono sposata a Honolulu. Ok, tecnicamente era solo una benedizione (perché è stata fatta in un monastero Buddista, e per i buddisti non esistono i sacramenti), e non è neanche valida da nessuna parte… ma, per noi poco importa: il mio ragazzo ed io ci siamo sposati lo scorso anno alle Hawaii, con tanto di collane di fiori al collo. 

Ed è qui che inizia la nostra storia, nell’ ultimo giorno trascorso a O’ahu. 

Il sole splende alto nel cielo e l’aria è inebriante, carica del profumo delle plumerie, e noi tra poche ore abbiamo l’aereo quindi decidiamo di farci un ultimo giro dell’isola e di guidare fino ad un piccolo promontorio che abbiamo scoperto alcuni giorni prima. 

Lasciamo l’auto, scendiamo giù per una ripida scala scavata nella roccia e poi ci avventuriamo sulle nere scogliere scivolose, fino a raggiungere il punto più sporgente. 

Qua ci prendiamo per mano e ci prepariamo ad onorare un’antica tradizione local: si racconta infatti che, se si getta la propria collana di fiori nell’oceano e quella torna a riva, significa che si è destinati a tornare alle Hawaii. 

E quindi eccoci lì a tenerci per mano, freschi di matrimonio, un ultimo bacio e poi gettiamo le nostre collane nell’oceano color del cielo. Le osserviamo per qualche secondo mentre vengono trascinate dalle piccole onde, il bianco e il rosa delle collane che sembra fondersi col blu cobalto, e poi ecco che accade: un’onda più forte travolge le collane e una si piega su sé stessa, assumendo una chiara forma a cuore. 

Immaginatevi la nostra emozione a quel punto: è un segno, anche piuttosto chiaro, che qualcuno o qualcosa di più grande sta benedicendo la nostra unione. 

Gli occhi ci si riempiono di lacrime, in quello che potrebbe essere il momento più poetico della nostra intera esistenza, e ci stringiamo forte sapendo che nulla di meglio potrebbe succederci, che questo momento non potrebbe essere più perfetto di quanto già è. 

Ma come ci sbagliamo…

Dal nulla, una tartaruga marina fa capolino, proprio in mezzo alle nostre collane: il suo dolce musino spunta tra le due collane fiorite, si volta a guardarci e se ne va. 

È solo un attimo, un piccolo momento nel lungo viaggio chiamato vita… eppure in quel minuscolo attimo di perfezione c’è racchiuso tutto quanto. 

C’è l’amore (tra di noi, per le Hawaii e per questo meraviglioso pianeta che ci accoglie), c’è l’Oceano (e tutti i suoi abitanti con lui) che ci protegge e ci dà la sua benedizione, ci sono le Hawaii con le loro tradizioni antiche e affascinanti, e c’è anche molto altro… ci sono sentimenti ed emozioni impossibili da condividere. 

E questo è tutto… una fiaba? Forse per molti lo sarà… 

Per noi, invece, è un’ennesima dimostrazione di come siamo tutti figli degli Oceani che ci danno la vita, e di quanto sia importante rispettarli ed amarli, come loro fanno con noi. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *