Diario di un mondiale, day 3-4

Scritto da : Giulio Caruso 

Giulio e Mattia durante la cerimonia d’apertura…

DAY 3

Mattina della cerimonia d’apertura. 

Niente surf quella mattina peró c’era qualcosa che ci metteva il buonumore: la parata, una delle cose più belle ed emozionanti di ogni mondiale. Tutti gli atleti che si incontrano per darsi gli auguri e sfilare davanti alla folla sotto la propria bandiera, cantare l’inno nazionale e anche un po’ scherzare. Sicuramente la parata è una delle cose che preferisco.

Alle 9:30am iniziamo a sfilare, è stata una gara a chi urlava di più, nessuno si è trattenuto! L’italia è carica, pronta a lottare.

Durante la parata eravamo dietro alle hawaii e davanti al giappone, c’era un bel rapporto con quest’ultimi, tant’è che ci siamo messi a incotarci a vicenda.

Finita la parata, Mauro e Giada hanno aspettato il loro turno e sono andati a sventolare la bandiera tricolore e a versare la sabbia dentro il grande cubo di vetro, che raccoglie la sabbia di tutti i paesi concorrenti creando un bellissimo effetto a strati. La sabbia viene portata da una spiaggia del paese ospitante. Dopo che tutte le altre nazioni hanno fatto lo stesso Fernando, il presidente ISA ha dichiarato ufficialmente “ON” l’edizione Vissla ISA world junior surfing championship 2018 ad Huntington beach.

16:00 Mauro si prepara per la sua heat! Primo italiano in acqua… grande tensione.

Mauro entra in acqua, 5minuti dopo la heat è partita, 15 minuti passano in fretta, sopratutto se ti trovi in un mare difficile come huntington overhead, il pomeriggio con vento. Primi 8 minuti Mauro non prende onde, a 7 minuti dalla fine prima onda, ne ingrana due belle solide, Ottimo.

Ora peró pa corrente lo ha portato lontano dal picco mancano quattro minuti è molto esterno, quasi fuori dal campo gara, mancano 4 minuti, un altra bella onda per Mauretto, bravo! Passa 2º. 

Ora turti a casa a riposarci. Cena e alle 21:00 a letto.

DAY 4

Oggi sveglia un po’ più presto, alle 6:30 siamo a fare colazione e alle 7:00 in spiaggia. Matteo purtroppo non ha molta fortuna, score bassi per tutti, onde non arrivavano, ultimo minuto della sua heat tira un Air Reverse dei suoi che purtroppo, peró non riesce a concludere, un errore che gli è costato la heat, ma nulla è perduto, si va ai ripescaggi.

Mattia ugualmente, heat molto difficile, ottimo surf da parte di tutti. Secondo atleta ai ripescaggi.

Per Danny e Edo invece è un altra storia, Edo passa secondo e Danny primo entrambi surfando in maniera esemplare.

Free surf e riposo per il team, e alle 2:45 si  riparte con Giada Legati, che prende un ottimo 2º posto e accede al round due.

Ora gran finale di giornata, Valeria Peconi e Maria nella stessa heat insieme a Kirra Pinkerton fortissima atleta del team USA. 

Entrambe danno il massimo, ma la ragazza stelle e strisce domina la heat. Tuttavia abbiamo Maria che accede per seconda al round 2 e una Valeria carichissima per i ripescaggi.

Free surf ancora. Cena e letto. Pronti per una nuova giornata di gare.

FOOORZA ITALIA 🇮🇹🤙🏽

Instagram 📸: giulio_carusosurf

Facebook 📲: Caruso Giulio 

Condividi:

2 risposte a “Diario di un mondiale, day 3-4”

  1. Vai Giulietto, bravo surfista e bravo scrittore. Non dimenticarti mai che hai iniziato col Chia Classic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *